Cognome, nome: Re, Alberto
Paese: Italia
Disciplina principale: Guida alpina

 

BIOGRAFIA
Classe 1937, cresce nelle campagne di Barge (Cuneo). La passione per l’alpinismo nasce anni dopo, quando si trasferisce a Torino per fare il disegnatore alla Fiat. «Un collega più anziano mi portò sulla cresta est del Monviso e lì scatto la scintilla che mi condusse alla Scuola Gervasutti e a dedicare ogni momento libero alla montagna». Successivamente si trasferisce a Bardonecchia dove inizia a fare l’albergatore, poi la guida, specializzandosi nell’accompagnamento dei ragazzini e dei giovani. «Con il passare del tempo, i ragazzi più grandi iniziarono a chiedermi di accompagnarli sul Monviso o sul Gran Paradiso, poi arrivarono i loro genitori. In questo modo mi ero creato una bella clientela affezionata ed ero riuscito a produrre altre opportunità di lavoro». A metà anni ’70 Re decide di ampliare la propria offerta ai mesi invernali, organizza settimane di sci alpinismo sulle Alpi e sui massicci di tutti i paesi europei.

A partire da una fortunata spedizione sci alpinistica, sempre con clienti, per la prima volta su un settemila in Himalaya nel ’78, estende gli orizzonti professionali verso una carriera dedicata alle spedizioni sulle montagne del mondo: Himalaya, Karakorum, Cordillera delle Ande, Ruwenzori e Karstenz. Fino alla straordinaria impresa nel 1985, quando diventa la prima guida alpina a condurre dei clienti su una vetta di 8000: il Gasherbrum II.

PROGETTI PROPOSTI
Incontro e partecipazione al percorso di residenza sul territorio di Bardonecchia con il coreografo Michele Di Stefano (compagnia mk) per lo sviluppo del progetto “OROGRAFIA” nell’estate 2018.
Partecipazione ad un incontro pubblico artista-sportivo all’interno di Torinodanza festival ad ottobre 2018.

 

 

Credit Photo ANDREA MACCHIA